Archivi Blog

Le migliori colonne sonore originali

Ciao a tutti, oggi voglio parlare delle colonne sonore, un argomento che amo molto.

Prima però voglio ricordarvi di partecipare al sondaggio sul regista preferito, per chi ancora non l’avesse fatto. Inoltre vi ricordo che proseguiranno in questi giorni gli articoli sul montaggio e vi invito a continuarmi a seguire ringraziandovi tutti.

Ritorniamo ora sul discorso colonne sonore.

Ogni volta che vedo un film mi accorgo che grazie al buon uso della colonna sonora sono in grado di emozionarmi notevolmente e penso sempre all’ importanza del suono ed il suo rapporto con l’ immagine.

Oggi voglio stilare una lista con le mie 5 colonne sonore originali preferite. Ovviamente le mie sono preferenze soggettive e potrebbero non coincidere con le vostre; proprio per questo mi farebbe piacere conoscere anche le vostre preferenze.

Un ultima cosa : come ho già detto le colonne sonore sono originali, quindi completamente scritte per il film e non musiche già famose adattate per il film. Chiaramente qualche colonna sonorà potrà sfuggirmi ma fondamentalmente quelle che seguono sono tra la mie preferite in assoluto.

  1. Ennio Morricone – Gabriel’s oboe  per il film Mission                                                                             https://www.youtube.com/watch?v=oag1Dfa1e_EImmagine
  2. Bernard Herrmann – Vertigo(Theme)  per il film La donna che visse due volte                                 http://www.youtube.com/watch?v=kC5AzFc3cooImmagine
  3. Nicola Piovani – La notte di favola  per il film La vita è bella                                                                    https://www.youtube.com/watch?v=W9C8ZLMb1bsImmagine
  4. Philip Glass – Truman sleeps  per il film The Truman show                                                                          http://www.youtube.com/watch?v=w4-W4qjsBi4Immagine
  5. Ennio Morricone – Once upon a time in America(una qualunque del cd!) per il film C’era una volta in America  https://www.youtube.com/watch?v=o1I_GsmeaQkImmagine

Ecco qua. Sono rimasti fuori grandi come Nino Rota o Hans Zimmer e un po’ mi piange il cuore, ma sceglierne 5 è stata davvero dura.

E voi? Quali sono le vostre colonne sonore originali preferite? Commentate!

Tipi di montaggio

Ciao a tutti e ben ritrovati! Oggi vi parlerò dei vari tipi di montaggio.

apnow_murch-thumb-400x268-30773

Questo articolo è una sorta di glossario dove sono elencate le varie tipologie di montaggio con la relativa spiegazione del significato e con esempi di film (con tanto di link youtube) dove possiamo ritrovare queste tecniche.

Nei prossimi articoli sul montaggio “invisibile” e  quello “visibile” troverete una spiegazione più approfondita di tutte queste tecniche.

Ma adesso è arrivato il momento di cominciare.

  • Montaggio alternato : alterna inquadrature di due o più eventi che si svolgono in ambienti diversi ma che sono destinati a convergere in uno stesso spazio.

Esempio http://www.youtube.com/watch?v=7bjA-4no1ZY

Nel film L’altro uomo di Alfred Hitchcock, possiamo ammirare una straordinaria sequenza iniziale dove il montaggio alternato è perfettamente funzionale alla storia. Due sconosciuti si incontrano casualmente e da quel momento si svilupperà un terrificante legame tra loro. Hitchock ci presenta i personaggi in questo modo: prima vediamo i piedi di un uomo che vanno in una direzione, poi vediamo quelli di un altro uomo che vanno nella direzione opposta. Con gli stacchi di montaggio continuiamo a passare dai piedi di uno a quelli dell’altro, fin quando, saliti sul treno, i due si incontrano. Questo è il montaggio alternato alla perfezione perchè la direzione delle camminate degli uomini ci suggeriscono ancora di più che i due si incontreranno in uno stesso ambiente.

  • Montaggio parallelo : Come il montaggio alternato solo che in questo caso gli eventi e i personaggi procederanno sempre lungo strade parallele senza mai convergere in uno stesso spazio.

Esempiohttp://www.youtube.com/watch?v=xJm26M6igp0

Nel film Il mistero dell’acqua di Kathryn Bigelow, vengono contrapposte due storie ambientate in epoche diverse. Viene da se che il passaggio dall’una all’altra storia è legato da stacchi di montaggio parallelo. Nel link il trailer del film che vi consiglio di vedere.

  • Montaggio ellittico : è un montaggio di contrazione temporale. Ovvero lo stacco funge da ellissi temporale non mostrando determinate azioni ma sintetizzandole e procedendo col racconto.

Esempiohttp://www.youtube.com/watch?v=gtQO93-x_f0

Nel film Oldboy di Park Chan-Wook possiamo notare un’ enorme quantità di ellissi, in particolare microellissi (cioè salti temporali molto piccoli) come si vede in questa scena. Il protagonista resta rinchiuso per 15 anni e il passaggio di tempo è mostrato tramite tante microellissi continue(spesso sono anche jump cut, ma ne parleremo più avanti). Le tecniche che possono essere usate per ottenere un montaggio ellittico sono varie, ma di questo ne parleremo nei prossimi articoli.

  • Montaggio connotativo : è un montaggio che ha lo scopo di produrre senso, di creare un significato.

Esempio :   https://www.youtube.com/watch?v=Ybhz5Dpet_0

Nel film Tempi moderni di Charlie Chaplin possiamo notare il montaggio connotativo già nella primo stacco del film. Nella prima inquadratura c’è un gregge, nella seconda inquadratura ci sono gli operai che tutti insieme raggiungono la fabbrica. Il significato prodotto è evidente ed è bastato accostare due immagini.

  • Montaggio formale : si basa su effetti di tipo formale, sia grafico-spaziali che ritmico-temporali.

Esempio : http://www.youtube.com/watch?v=QSxI0OOjR0Y

Nel film 2001 : Odissea nello spazio di Stanley Kubrick c’è un famosissimo esempio di montaggio formale che funge anche da ellissi temporale.  Al minuto 2:30 possiamo ammirare come la forma dell’osso ed il suo movimento ci porta con estrema fluidità alla forma dell’astronave nell’inquadratura successiva.

  • Montaggio discontinuo : tipo di montaggio che racconta la storia trasgredendo le regole della continuità classica(nei prossimi articoli capiremo meglio il discorso della continuità)

Esempiohttp://www.youtube.com/watch?v=1KUVwKp6MDI

Nel film Fino all’ultimo respiro di Jean-Luc Godard ci sono ad esempio dei falsi raccordi come al minuto 00:20. Ma su questo non voglio dire altro perchè ne parleremo nei prossimi articoli.

Questi sono i tipi di montaggio principali, poi ci sono delle piccole varianti che però sono di minor importanza. Ciò che conta ora è capire queste tipologie di montaggio principali e cominciare ad individuarle durante la visione di un film.

Come già detto approfondiremo meglio tutti questi argomenti nei prossimi articoli e andremo ad analizzare le tecniche precise che si utilizzano per ottenere certi risultati.

Ora vi saluto e vi consiglio, per chi non l’avesse fatto, la visione dei film da me citati in questo articolo.

Ciao a tutti, al prossimo articolo!

Guadagnare da videomaker

Ciao a tutti! Noi videomaker sappiamo benissimo che questo è un mestiere economicamente duro, nel senso che si può stare periodi senza vedere neanche un euro. Questa però è anche la nostra passione e fare questo mestiere per noi è un divertimento.

mad money

Allora perchè non approffittare di alcuni siti che danno la possibilità ai videomaker di partecipare a concorsi creativi, tentando di vincere ottime somme di denaro(e avere anche la soddisfazione di avere realizzato un video per un marchio importante)? A volte basta avere una grande idea e armarsi di una semplice telecamera per avere ottime opportunità.

Ecco alcuni siti che vi consiglio:

Questi sono i migliori siti dove poter partecipare a contest davvero seri e stimolanti(si parla sempre di marchi importanti).

Altrimenti vi consiglio di andare su Wimtv dove potete creare una webtv o vendere video ad un acquirente sul marketplace.

Da non sottovalutare sono i siti di microstock come ad esempio Pond5 dove potete caricare i vostri video o le vostre foto, fissargli un prezzo, ed aspettare che qualcuno li compri(i siti sono internazionali perciò anche se il prezzo è basso ci sono comunque possibilità che siano in tante le persone ad acquistare un vostro video e/o foto e i soldi che ricevete sono comunque abbastanza).

Altri siti di Stock : Shutterstock, iStock, Fotolia, Depositphotos, 123rf.

Se masticate un po’ l’inglese o se avete voglia di attaccarvi a google translate, c’è un forum in lingua inglese che affronta tutti i temi del microstock : http://www.microstockgroup.com/.

soldi-cinema

Non c’è cosa più bella che guadagnare con la propria passione. Si guadagna due volte, materialmente e mentalmente. E in più ci si diverte!

Spero che questo articolo vi possa essere stato di aiuto, per qualunque cosa commentate! Iscrivetevi al blog per essere aggiornati ogni volta che pubblico un nuovo articolo. Alla prossima!

Benvenuti nel nuovo blog “Filmmaker’s Life”

Ciao a tutti, probabilmente se state leggendo questo articolo siete dei Filmmakers o dei semplici appassionati di questo meraviglioso mondo dove fotogramma per fotogramma un emozione dopo l’altra ci cattura e ci rende orgogliosi di osservare le cose con uno sguardo diverso, con il cineocchio di cui parlava il Dziga Vertov.

Io sono un  filmmaker appassionato, che cercando su internet informazioni sul cinema, sul fare cinema e sopratutto sul fare cinema low budget(che è ciò che si avvicina di più alla nostra realtà) ho trovato poco e niente in lingua italiana. All’estero è pieno di blog e siti di questo tipo ma in Italia non c’è un vero blog che approfondisca la vita del filmmaker.      Un blog che fornisca risorse e consigli per fare cinema e farlo con pochi soldi, partendo dagli esempi dei cineasti più grandi, passando per le  novità tecnologiche e artistiche e infine arrivando a dare informazioni e “trucchi” pratici su come realizzare un prodotto audiovisivo(un corto, un videoclip, uno spot, un video di qualunque tipo e perchè no, un vero e proprio film!) . Questo è l’intento di “Filmmaker’s Life” e questo è quello che sarà.

Poi si parlerà di cinema più in generale(film, news, quiz cinefili…), di fotografia, di musica e di tutto ciò che è arte.

E ora grazie per aver letto questo articolo! Commentate ed esprimete le vostre richieste su ciò che vorreste trovare in questo blog.

Ora vi lascio con una citazione che dobbiamo portare sempre con noi:

Un sogno non è mai soltanto un sogno.

Da veri cinefili, senza fare ricerche, cercate di ricordare in che film viene detta questa frase. Alla prossima!