Archivi Blog

Citazione cinematografica della settimana – Batman Begins, 2005, di Christopher Nolan

batman cit

Batman : Non è tanto chi sono, quanto quello che faccio che mi qualifica.

Annunci

Citazione cinematografica della settimana – La sottile linea rossa, 1998, di Terrence Malick

La sottile linea rossa cit

Voce fuori campo : Questo grande male, da dove viene…come ha fatto a contaminare il mondo…da quale seme, da quale radice si è sviluppato…chi è l’artefice di tutto questo…chi ci sta uccidendo…chi ci sta derubando della vita…e della luce…prendendosi beffa di noi, mostrandoci quello che avremmo potuto conoscere…la nostra rovina è di sollievo alla terra? Aiuta l’erba a crescere? Il sole a splendere?  Questa ombra oscura ha anche te? Tu…hai mai attraversato questo buio?

Citazione cinematografica della settimana – The Wrestler, 2008, di Darren Aronofsky

The wrestler cit

Robin : …ho provato a dimenticarmi di te…ho provato a far finta persino che tu non esistessi…ma non ci riesco…tu sei mia figlia…sei la mia bambina…

…e adesso…sono un vecchio pezzo di carne maciullata…e sono solo, e me lo merito di essere solo…vorrei soltanto che tu non mi odiassi…ok?

Citazione cinematografica della settimana – Johnny Stecchino, 1991, di Roberto Benigni

Johnny Stecchino assassino

Uomo a teatro :  Assassino…

Citazione cinematografica della settimana – L’assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford, 2007, di Andrew Dominik

Immagine

Jesse : Quanta polvere su quel quadro…

Citazione cinematografica della settimana – L’uomo che non c’era, 2001, di Joel e Ethan Coen

uomochenoncera citazione

Ed : ti fai mai delle domande?
Frank : che vuoi dire?
Ed : non lo so…è che continuano a spuntare…continuano a  crescere…
Frank : già, per nostra fortuna non ti pare?
Ed : no non capisci, continuano a crescere, sono parte di noi…                           e noi li tagliamo e li buttiamo…

Citazione cinematografica della settimana – Training day, 2001, di Antoine Fuqua

training day

Alonzo : Ma devi prendere una decisione Jake, perchè fra 10 secondi questo posto sarà un brulichio di divise blu…                                               quindi ora puoi fare un giro per strada e schiarirti le idee,                                 o spararmi…

Citazione cinematografica della settimana – Acqua e sapone, 1983, di Carlo Verdone

Immagine

Rolando – nonna ma lo sai che a rivederle alla luce del giorno
a me ‘ste analisi proprio non mi piacciono, non mi piacciono,
non mi piacciono
Nonna – ma che ce l’avevi te?
Rolando – qua è ‘na catastrofe, lo sai che è ‘na catastrofe
Nonna – come ‘na catastrofe! Ieri sera hai detto che erano tutte bone
Rolando – eh ma ieri sera non ce stavo con la testa io, poi avevo fatto tutto ‘no sfasamento dei valori, avevo letto male
esempio : glicemia, valori normali 60-110, tu ‘o sai quanto c’hai?! c’hai 550! Guarda che ce se more!
azotemia, valori normali 10-55, tu ‘o sai quanto c’hai?! 440!
Nonna – nun me di…
Rolando – lipemia totale, reggite, valore normale 600000 tu ‘o sai quanto c’hai?! 4000!
Nonna – allora ‘sto cavolo de dottore che cure m’ha dato!
Rolando – Ma dove toccamo er fondo secondo me è sulla colesterolemia
Nonna – nun me lo di…nun me lo di…
Rolando – no no, te lo devo di!
Nonna – ma no no, nun me lo di
Rolando – no no, perchè lo devi sapé, lo devi sapere! Colesterolemia, mo te spari,
valore normale 130-220, tu ‘o sai quanto c’hai?! 700…
Nonna – e allora?
Rolando – e che devi fa, te devi ricoverà!
Nonna – ma davero?!
Rolando – Siii, per forza!

Citazione cinematografica della settimana – Quinto potere, 1976, di Sidney Lumet

Immagine

Max : Howard non ti mando più in onda, tu hai un esaurimento nervoso.

Howard : Questo non è un episodio di pazzia, questo è un purificante momento di chiarezza.

Sono ispirato Max, sono imbevuto di un’ ispirazione speciale. Non è affatto un sentimento religioso, è una violenta esplosione di energia elettrica.
Mi sento vivido e fiammeggiante come se ad un tratto fossi stato immerso in un grande campo elettromagnetico.
Mi sento connesso a tutti gli esseri viventi, ai fiori, alle bestie, a tutte le creature del mondo.
E anche a qualche, grande, invisibile, forza vivente; ciò che credo gli indù chiamano brama.
Non è un esaurimento, non mi sono mai sentito più apposto in vita mia. E’ una, esilarante, magnifica sensazione.
E’ l’esaltato fluire dello spazio a quattro dimensioni, salvo che non ha nè spazio nè tempo ed è…così meraviglioso.

Io mi sento sulla soglia di una grande, estrema verità.
E voi non oserete non mandarmi in onda né adesso né in un futuro senza spazio né tempo.